Menu
Share

Come abbiamo visto nell'articolo Monitor Audio, è basilare per il Producer avere degli stumenti che gli permettano di sentire alla perfezione cosa sta componendo. Questi strumenti sono i Monitor Audio, ovvero le casse; tuttavia in certi momenti della composizione elettronica è indispensabile utilizzare delle cuffie da studio al posto dei Monitor. Questo perchè con delle buone cuffie da studio insonorizzate ci si può soffermare su dettagli minimi che con i Monitor non si sentono, e non si è influenzati dai suoni esterni. Le cuffie infatti si utilizzano principalmente nei momenti di produzione più delicati, come quelli sound design e in certi momenti del mixing e del mastering. Le cuffie sono anche molto utili quando non si è in studio (se si produce con un portatile) e si è per esempio in Tour o semplicemente in qualche altro luogo (magari anche pubblico come in treno) e si vuole produrre, in quel caso basta avere dietro le proprie cuffie da studio e si è come se si fosse in studio.

Per chi, poi, non ha abbastanza fondi per acquistare sia dei Monitor sia delle Cuffie, si consiglia di puntare più sulle cuffie che sui Monitor: ci sono alcuni producer che lavorano solo con le cuffie, mentre nessuno (nell'ambito dell'elettronica) lavora solo con i Monitor e senza cuffie.

Cuffie professionali da studio ce ne sono di tutti i tipi, e di tutte le marche. Come sempre, è importante fare un'acquisto di marca, poichè l'audio in quel caso è davvero professionale. Utilizzare cuffie non professionali economiche, o semplicemente anche cuffie professionali ma da Dj (e quindi non adatte alla composizione) non sarà proficuo.

Alcuni esempi di cuffie professionali da studio sono le Sennheiser HD 380 Pro, le AKG K271 e le K141, o comunque in generale i vari modelli Pro da studio costruiti dalle marche Sennheiser, Sony, Bose, AKG, e Pioneer.

tonalita