Menu
Share

cos-è-un-mixSono moltissime le persone che non sanno esattamente cosa faccia un dj in consolle, c'è chi dice che crei musica dal vivo, c'è chi dice che la remixi dal vivo, e c' chi dice che la misceli.... In questo articolo vedremo di chiarire le idee a chi sa qualcosa a rigurado ma non bene, di approfondire l'argomento per chi è esperto, e di dare tutte le nozioni necessarie a chi non sa ancora nulla inerente a ciò.

 

Lo scopo del Dj del nuovo millennio è quello di creare un Dj Set (dal vivo se sta lavorando in un locale o un evento). Il dj set è costituito da una serie di brani selezionati dal dj (detta anche Playlist o Trackist) e miscelati da esso. Difatti, il processo di Mix consiste nel miscelare due o più brani assieme tra loro.


Questa "miscela" può anche avvenire in modo libero: ci sono dj molto bravi che fanno numeri pazzeschi miscelando dal vivo moltissime parti di vari brani assieme, come sei per volta; tuttavia ciò è molto difficile, è sconsigliato cercare di fare dj set di quel tipo se non si ha una bravura estremamente elevata e un esperienza altrettanto grande; la stragrande maggioranza dei dj (compresi i grandi dj di fama internazionale) fanno i mix "classici", che analizziamo ora:

 

Il tipo classico di Mix è quello costituito da cambi tra un brano e un altro, per costruire un Dj Set con un ritmo continuo che può andare avanti anche ore, che sembri un brano unico che prosegue, ma che non annoi la gente, che vari spesso (poichè le canzoni cambiano). Nei Mix classici di norma ci possono essere due tipi di cambi:

 

1 Il cambio semplice: è il cambio tra gli extended dei due brani, cioè tra l'Outro del brano che sta finendo, e l'Intro del brano che sta cominciando. Di norma questi cambi sono molto lunghi, tra i 30 secondi e i due minuti, e a volte possono risultare noiosi; tuttavia sono i più semplici da fare, poichè quasi tutti i brani si legano bene tra loro in questo tipo di cambio. Sono i cambi utilizzati dalle radio, poichè durante il cambio c'è abbastanza tempo per parlare sopra; infatti i cambi semplici si possono anche chiamare Cambi Da Radio Show.

2 Il cambio semplice con FX: è il cambio semplice con l'aggiunta di degli FX (che possono essere suoni esterni, noize o Acapelle di altri brani) in un terzo canale che si sovrappongono durante il cambio, per evitare che sia troppo noioso o vuoto. Normalmente questo tipo di cambio si fa quando si è in due dj a suonare contemporaneamente, e uno si occupa del mix e l'altro dell'aggiunta degli FX.

3  Cambi Complessi: sono i cambi durante il brano, per esempio durante il drop del primo brano si effettua il cambio con l'Intro del brano seguente. Sono quelli usati dai Dj di fama internazionale durante le serate, poichè veloci, creativi, e fanno in modo che la gente non si annoi (durante una serata può risultare troppo noioso per la pista ascoltare lo stesso brano per 4 o 5 minuti). Tuttavia questi cambi sono più difficili da fare, sia perchè il dj ha meno tempo tra un cambio e l'altro (quindi è più stancante) e sia perchè in questa tipologia di cambi non si possono miscelare tutti i tipi di brani tra loro: il brano di entrata dev'essere compatibile con il brano di uscita, come melodie, come tonalità, come struttura, ecc...

4 Cambio di Break: Sono dei cambi bruschi, nei Break, per esempio alla fine di un drop, nel momento di silenzio tra il drop e la melodia, si fa un cambio con un break simile di un altro brano, in modo che il risultato sembri un brano con il drop della prima canzone, il break e la melodia della seconda. Ovviamente se i due tipi di break sono differenti, il cambio si sentirà evidente, e ciò è assolutamente sbagliato.

tonalita