Menu
Share

Nell'articolo precedete, Mettere A Tempo, abbiamo analizzato teoricamente la messa a tempo dei brani, ma non abbiamo parlato della pratica della messa a tempo manuale. è quello che faremo qui ora.

La domanda principale da cui partiamo è la seguente:

Se so quanti Bpm ha un brano, di quanto Pitch lo devo aumentare per alzarlo di un determinato numero di Bpm?

Normalmente 1 Bpm in più o in meno a un brano corrisponde all'aumento/diminuzione di 0,7% o 0,8% di Pitch. Il risultato esatto dovrebbe infatti girare tra questi due, dipende dal tipo di brano. Quindi, deduciamo da questo che...

- Per aumentare/diminuire di 2 Bpm: +/- 1,5%

Per aumentare/diminuire di 3 Bpm: +/- 2,1-2,2-2,3%

Per aumentare/diminuire di 4 Bpm: +/- 3%

- Per aumentare/diminuire di 6 Bpm: +/- 4,5 %

- Eccetera...

(Consiglio: se non ve la ricordate bene, ripassatevi la tabellina di matematica del 7 e quella dell'8, per evitare di mettervi a contare con le dita durante a una serata in consolle.)

Ovviamente questi numeri sono indicativi, ovvero si imposta la velocità indicata, poi si sente se va bene o se bisogna aumentare o diminuire di un pochino per perfezionare. In ogni caso, aumentando o diminuendo il Pitch vedrete il Bpm Counter cambiare l'indicazione dei Bpm, indicando quelli effettivi nel brano modificato, così se vi siete persi nei conti potete fare riferimento a quello.

 

ESEMPIO PRATICO: Ipotizziamo di avere un brano in chiusura a 125 Bpm, e vogliamo fare il cambio con un brano a 130 bpm, e dobbiamo mettere quindi a tempo il secondo con il primo. Per arrivare a 125 da 130 dobbiamo abbassare il brano di 5 Bpm, quindi circa - 3,7% di Pitch (normalmente il risultato è tra il multiplo di 0,7 e quello di 0,8, quindi : 0,7 x 5 = 3,5;     0,8 x 5 = 4;    quindi andremo a cercare qual'è il giusto parametro tra 3,5 e 4, e lo facciamo ascoltando a orecchio se va bene o se è ancora troppo veloce/lento). 

 

tonalita